25.10.05

Io sto con Cofferati

Per farsi un'idea della vicenda Cofferati e legalità consiglio l'articolo di Berselli su La Repubblica di oggi.

Ma la realtà è che la Bologna profonda, di cui fa parte anche quella collettività modellata dal rigorismo del Pci, dove "se gettavi a terra un pezzo di carta c'era subito un ex partigiano che ti rimproverava, "ragazzo, questa è casa nostra"", vede con implicita soddisfazione la severità operativa di Cofferati.

Possiamo discutere su alcuni metodi, ma c'è qualcuno che mi spiega come mai far rispettare le leggi (anche la Bossi-Fini, visto che è una legge dello stato e Bologna mi pare si trovi nello stato italiano) è da fascisti o da "di-esse, esse-esse"?

5 commenti:

p ha detto...

sono d'accordo. anche se cofferati ha agito con un po' troppo autoritarismo. Lo dico nonostante io approvi il modo in cui Cofferati interpreta il ruolo di sindaco.

Ricambi Originali ha detto...

beh, basta darsi delle priorità. Tanto per fare un esempio, veltroni ha altre priorità. Se vogliamo far finta che il problema a bologna siano i lavavetri....

federico ha detto...

chiaro, i problemi di bologna (che onestamente non conosco a fondo) non possono essere solo i lavavetri. ma non credo che chi ha protestato questi giorni lo abbia fatto perché non rientri nelle priorità di cofferati. altrimenti si dovrebbe scendere in piazza anche a roma, perché togliere i sampietrini o pensare a salvare roma e lazio non dovrebbero essere i principali pensieri di un sindaco. ecco, io non credo che cofferati stia facendo solo quello che si legge sui giornali, ma strumentalizzare il tutto mi sembra un ottimo modo per coprire una sonora sconfitta elettorale (primarie) e far capire che un eventuale governo prodi non avrà vita facile.

Ricambi Originali ha detto...

No, coff non sta facendo solo quello, come veltroni non sta solo levando i sanpietrini. Se coff decide di applicare per prima cosa la bossi-fini (o addirittura proibire l'acquisto di una bottglia di vino da asporto dopo le 9 di sera) e' sicuramente all'interno della legge, e non lo si puo' denunciare alla polizia. Poi possiamo fare tutte le dietrologie che vogliamo, e dire anche che coff e' pagato dalla adecco: sgombrare i rumeni vuol dire togliere la manodopera al nero ai cantieri edili, che quindi si dovranno rivolgere alle agenzie di lavoro interinale. chiaro,no? :)
Poi: a bologna, qualche anno fa, ci fu una grossa manif che smonto' un cpt. ora che c'e' un sindaco eletto dal centrosx, che quel cpt lo usa con piacere, bisogna stare zitti?

Anonimo ha detto...

Ferf,

sono d'accordo con te quando dici che la bossi-fini è una legge di stato ma ricordiamoci che su certe tematiche il centrodestra ha legiferato senza tenere in nessun conto la logica lgislativa del dialogo parlamentare, approvando delle leggi molto al di là di un terreno comune di intendimenti con il centrosx. ergo il centrsx insieme all'obbligo di far rispettare e applicare leggi di stato deve utilizzare tutti gli strumenti a disposizione della legislazione decentrata per attuare quesi servizi alla cittadinanza che permettano di amministrare da centrosx anc e con leggi approvate in questa legislatura. cofferati fa benissimo quello che fa e sono d'accordo con lui e le azioni ma dovrebbe, insieme agli sgomberi, attuare tutta una serie di misure di solidarietà e supporto pubblico in aiuto agli emarginati e alle classi più deboli - se lo già sta facendo allora dovrebbe semplicemente essere prendersi un PR migliore!