24.12.07

Super Casini

E' Natale e sono buono. Oggi, per esempio, ho evitato di investire un tipo che, su una strada a senso unico, veniva contromano in bicicletta con una bandiera dell'Udc al collo. Auguri a tutti.

22.12.07

Uomo immagine



Qualcuno sa per chi sta lavorando Berlusconi, promuovendo la sua sciarpa a pois che il Cav. indossa ormai in ogni uscita pubblica?

19.12.07

Inquinamenti

http://cache.eb.com/eb/image?id=91641&rendTypeId=4

Non penso che quello raccontato oggi da Repubblica sia revisionismo sui pericoli ambientali. E certo lungi da me difendere personaggi della pochezza di Pecoraro Scanio. Però credo che sarebbe impossibile farsi sentire dicendo: "Gaurdate, governanti, industrali e cittadini di tutto il mondo che se si continua così fra 1000 anni forse - dico forse - il nostro pianeta avrà dei piccoli, ma piccoli, problemi".

17.12.07

Perizomi in mailbox

L'immagine “http://www.princessetamtam.com/PrincesseTamTam.Site/App_Themes/ThemeTamTam/img/fr/catalogue/collection_1_page_13.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

Oggi sul miglior giornale italiano leggevo che il direttore di Wired, Chris Anderson, ha messo in una black-list centinaia di indirizzi di uffici stampa che gli fanno solo perdere tempo. Credo che chiunque faccia questo mestiere abbia a che fare con qualcosa del genere. Io, per esempio, da qualche mese ricevo i comunicati stampa di questa azienda. Vi chiedo di smettere per favore.

13.12.07

Navigazioni domestiche

Oggi ho ricevuto l'ennesima previsione sulla diffusione della banda larga: secondo Forrester Research nel 2013 il 71% degli europei avrà una connessione ad alta velocità. Manco a dirlo l'Italia è in fondo alla classifica con una penetrazione prevista del 58%. Ma il dato che mi piacerebbe conoscere e quasi nessuno mai estrapola è quanti italiani di quelli che non avranno (hanno) una connessione broadband non sottoscriveranno (sottoscrivono) un abbonamento perché tanto si navigherà (naviga) dall'ufficio.

Citizen journalism

Una categoria sempre al passo con i tempi.

12.12.07

Ancora Napalm

Ieri ho sentito al TG1 un tipo della Fai dire che gli dispiaceva per i disagi creati agli italiani. Si scusava. Stamattina sono andato a comprare il latte in polvere per Simone e siccome le scorte sono finite non si trova da nessuna parte. Sarà populismo ma a me le scuse non bastano. E il Napalm dopo averlo versato sui tassisti si potrebbe usare per i trasportatori e le associazioni collegate.

2.12.07

Angeli dopati

Da 10 giorni vedevo la nuova pubblicità della Red Bull sui canali Sky. E mi chiedevo perché nessun prelato non avesse ancora rotto le palle. Ah, ecco.

29.11.07

Caro Walter

Tu hai un problema. Lui lo risolve.

24.11.07

Vado al Pd sotto casa...



Fra i tanti commenti al logo del Partito Democratico, il più azzeccato mi quello di Barenghi sulla Stampa: "Sembra il logo di un supermercato".

21.11.07

Poveraccio

Dopo qualche giorno il suo capo ha detto che vuole un proporzionale puro (non compatibile con un bipolarismo all'americana o all'inglese). E invece lui, lo scherano, una settimana prima aveva dichiarato questo.

"Berlusconi sulla riforma elettorale e' sempre stato aperto al dialogo a condizione che si mantenga il bipolarismo".

15.11.07

Buduburam



A parte che dovrebbero vietare a uno che è padre da quasi tre mesi di andare per villaggi rurali dell'Africa subsahariana, dal mio ultimo viaggio la cosa che mi ha colpito di più è stato questo campo profughi in cui ho girato alle 18 (quindi con il buio). Senza elettricità, tante persone mi camminavano a fianco, facendomi sentire il loro respiro, sperando che possa fare qualcosa per loro, chiedendomi quando parlerò di loro, vedendo un telefilm datato su un televisore alimentato da un pannello solare. E soprattutto facendomi sentire una merda.

9.11.07

Si parte

Dopodomani, fino a giovedì, parto per Kenya, Uganda e Ghana. Andrò in villaggi dove la tecnologia sta tentando di fare qualcosa. Credo che non passerò di qui. E' la prima volta che vado in Africa (a parte 48 ore a Marrakech). Mi sa che però vedrò poco o nulla.

6.11.07

A caccia di impression

Capisco i contatti in più, le pagine viste e tutta quella roba lì, ma la scelta di Repubblica.it di pubblicare le immagini di Enzo Biagi morto dentro la bara le ho trovate - a dir poco - di cattivo gusto. Diciamo che non aggiungono nulla alla notizia.

5.11.07

Bella mister

E soprattutto era l'allenatore della mia prima Roma allo stadio. Quella con il panino con la frittata, mio padre e mio nonno (0-2 contro il Milan di Sacchi). Come si dice: Se vedemo Baro'.

Rivalità squillanti


Dopo settimane ad aspettare il rivale dell'iPhone, mi pare - a una prima occhiata - che Google e altri abbiano tirato fuori un rivale di Windows Mobile. (Fra l'altro, tra gli sviluppatori della piattaforma Android ci sono partner di Microsoft).

Poteva essere peggio. No



Ora, è vero che molti politici non sanno tenere un blog. E probabilmente anche tanti giornalisti normali. Ma qualcuno si era mai interrogato sulle capacità dei direttori? Guarda qui che roba.

Nefaste previsioni

In questi giorni c'è stato davvero poco tempo da dedicare a questo posto. Ci torno un attimo solo per dire due cose che mi hanno colpito nell'ultima settimana.

a) Roma e Lazio hanno giocato mercoledì scorso il derby con il lutto al braccio (su richiesta di Veltroni) senza ancora che Giovanna Reggiani fosse morta.

b) Ieri Repubblica spiegava in prima pagina come il cecchino del Tiburtino avesse ucciso due persone. Al momento (13.55 di lunedì) il morto è "solo" uno: non credo che Repubblica non lo sapesse, è che "auspicava" la morte del ferito grave nella notte.

27.10.07

I furbetti dell'Internettino

L'altro giorno ho intervistato il Ceo di una delle più grandi software house al mondo (il pezzo uscirà sul prossimo numero de L'espresso). E alla mia domanda: "C'è il rischio dello scoppio di un'altra bolla speculativa in Rete?". La risposta è stata: "Sì".

Non faceva riferimento all'operazione Facebook-Microsoft, ma a tutti quegli accordi fatti in nome del web 2.0 come unica strada per la salvezza dell'umanità. Non è una posizione isolata quella del Ceo. Molti fra analisti, imprenditori, commentatori e giornalisti la pensano così.

Cosa sta accadendo? Il mio punto di vista è che la storia si stia ripetendo (o rischia di ripetersi). Con qualche differenza. La prima bolla scoppiò per un valore eccessivo dato ad alcuni progetti che poco avevano a che fare con la logica della Rete. Anche questa volta i valori sono altini ma i prodotti più in linea con quello che è Internet.

E allora? Dalla fine degli anni '90 a oggi le aziende che hanno avuto maggiore successo in Rete hanno adottato logiche da web 2.0. Ma non solo. Anzi. Amazon ed eBay, per citarne un paio, hanno usato i contenuti generati dagli utenti come un mezzo e non come un fine. Le recensioni degli utenti di Amazon, per esempio, sono un mezzo per vendere più libri e non per avere più pubblicità.

Il punto è proprio questo. I contenuti degli utenti non hanno valore - nel senso tradizionale del termine -, un valore cioè trasformabile direttamente in denaro. Perché non è pensabile che un frequentatore di social networking sia a caccia di pubblicità (come raccontato dall'Economist).

Quindi tutte quelle realtà in cui gli Ugc sono il fine non possono (ancora?) essere quantificate in denaro. A meno che non ci siano servizi a pagamento. Un esempio classico è Flickr che con una buona quantità e qualità di servizi premium sta navigando in buone acque. Ma non ce ne sono molti altri.

Scoppierà la bolla? Spero di no, sarebbe un bel colpo per la (credibilità della) Rete. Però se si continua su questa strada il rischio è elevato. Perché la Rete ha rivoluzionato la vita di molti di noi, ma non ha cambiato (ancora) una delle regole base di ogni business sano: si è disposti a pagare solo se c'è un valore per chi acquista.

Nel frattempo credo che la ricerca per un business model 2.0 affidabile - se esiste - sia ancora lunga. Chi annuncia ora di averlo trovato probabilmente fa il furbetto. Di nuova generazione, certo, ma sempre furbetto.

Baffino Über Alles

Gira che ti rigira alla fine sono (quasi) sempre d'accordo con Baffino. Il modello tedesco è l'unico buono per l'Italia: la politica da Curva Sud non ha portato alcun risultato negli ultimi 13 anni, con una radicalizzazione nell'elettorato, ora incavolato (vedi Grillo e simili) perché gli avevano detto che con il Maggioritario avrebbe deciso di più e invece nulla. E poi D'Alema sa anche che il tedesco è l'unico per vedere il Pd al comando nella prossima legislatura. Probabilmente con l'Udc o qualcosa del genere.

26.10.07

Buon we

Finisce per fortuna una settimana molto intensa. Ho scritto tanto e sto lavorando a un bel progetto (non giornalistico) che spero avrà successo. La seconda notizia della settimana (almeno per le cose che seguo da vicino) mi pare quella di Microsoft che entra in Facebook: ancora non ho capito il senso, ma non riesco a sentire puzza di bruciato da bolla 2.0 perché Gates non ne ha preso il controllo. La prima è che Simone non dorme sempre, ma quando lo fa si addormenta sulle note di Bella Ciao, Internazionale e Bandiera Rossa (ovviamente inframmezate da qualche coretto della Roma). Insomma: cresce bene.

Geni

Oggi, per un pezzo che sto scrivendo, ho sentito Stefano Quintarelli. Senza entrare del merito, a un certo punto della conversazione per spiegarmi meglio una cosa ha detto: "E' come se volessi l'ovetto Kinder da solo, senza sorpresa. No, non si può".

22.10.07

Tim, iPhone addio

Prepost: Una fonte piuttosto affidabile mi ha confidato che Tim ha abbandonato (almeno per il momento e alle condizioni di Apple) l'idea dell'iPhone.



Luca dice che Apple, ottenendo "una quota del valore del traffico telefonico generato dai futuri possessori di iPhone", potrebbe cambiare "lo scenario delle relazioni tra i produttori di terminali e gli operatori". Sarà così? Non ne sono così convinto. Primo perché al momento, solo Apple (per la novità dell'iPhone, ma non sarà per sempre) e Nokia (strapotere di mercato e perché ha iniziato a vendere contenuti, quindi in concorrenza con gli operatori) si possono permettere di dettare qualche regola ai gestori telefonici. Secondo perché il modello di business di Jobs (sim lock e così via) non è replicabile in tutti i paesi (vedi la Francia e il ritardo italiano) per vincoli normativi. E, terzo, perché obbligare i consumatori a pagare 60 euro/dollari al mese per un cellulare (senza ottenerlo in regalo o sussidiato) potrebbe limitare le vendite dell'apparecchio in mercati (di nuovo l'Italia) dove sono le ricariche a farla da padrone. Credo che siano questi i motivi che abbiano fatto fare un passo indietro all'ex monopolista.

20.10.07

Tavolette

Questo oggetto è decisamente meno stiloso dell'iPhone o dell'iPod Touch e ha una interfaccia meno affascinante. Ma l'apertura del sistema, un modulo Gps, una tastiera in pulsanti e ossa e lo schermo più grande lo potrebbe far preferire per molte applicazioni: per esempio Voip, navigazione (non solo in Rete), scrittura di testi.

19.10.07

Made in Usa top secret

Non sono mica pochi 5.000 brevetti che non possono essere pubblici.

Of the new orders, 53 were served on private inventors, compared to 29 in 2006 and 32 in 2005. The secrecy orders require inventors not to reveal details of their invention in any way – or risk 2 years in jail.

E buon campionato a tutti



(grazie a M.)

16.10.07

Non sapere



Prendo spunto da un post di Andrea. Ma cosa passa per la testa delle persone che decidono di avviare un browser, dirottare su Repubblica.it, andare alla pagina dei sondaggi e votare "Non so" al quesito "Siete favorevoli alla privatizzazione delle Poste?".

11.10.07

Trasparità

Durante la tristissima puntata di ieri sera di Matrix che ha celebrato Di Pietro come (anti)politico del momento, uno spettatore disattento potrebbe aver capito che Grillo e l'ex Pm sono interpreti del "popolo della rete e dei blog". Anche se Di Pietro a un certo punto ha detto: "Io non mi voglio mettere il cappello, loro hanno le loro idee in quella rete lì".

P.s.: la cosa che però più di tutti mi ha atterrito è l'essere stato d'accordo con il 99% delle cose che ha detto Facci.

10.10.07

Consigli per gli acquisti

Oggi ho giochicchiato con il nuovo iPod. Davvero bellino e ben fatto. Due pecche: il giroscopio non funziona quando il dispositivo è parallelo a terra e la tastiera non è così semplice così come appare nei video di presentazione.

7.10.07

Simone 2.0

Pensa che se non ci fossero i blog e YouTube dovrei inviare questo video di 36 Mb girato con il cellulare a tutta la mia mailing list. E invece eccolo qua.

6.10.07

Linee di confine

Faccio pubblica ammenda e dico che se Grillo la butta in questo modo è da mandare affanculo. Subito.

5.10.07

Epiteti

L'immagine “http://www.italica.rai.it/cinema/film/saccobello/4.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

Tendezialmente sono d'accordo con Padoa Schioppa quando dice che tanti bamboccioni rimangono a casa con i genitori fino ad età avanzata. Penso anche però che 500 euro di affitto per una stanza a Roma siano un buon motivo per non andarsene. Conclusione? Chi vuole andarsene se n'è già andato, chi non se ne vuole andare non prenderà alcun aiuto.

4.10.07

Candidature

Gianluca è un mio amico. Una delle persone a cui voglio più bene. Scatta bellissime foto per essere un amatore. Certo, ogni mattina si alza pigramente ma poi recupera lavorando sodo e contribuendo in modo significativo all'economia (non solo monetaria) domestica. Ha molti interessi e un secondo lavoro, diciamo nello sport. Divoratore di telefilm è un esperto informatico, sospetto pornomane, e con una passione sfrenata per le questioni cosmiche e spaziali. E' l'unica persona che conosco della mia generazione ad avere rapporti di penna e ama gli animali. Insomma, Gianluca mi sembra un tipo aperto e curioso. Spero che Veltroni se ne accorga.

p.s.: ah, dimenticavo: Gianluca era anche contro la guerra in Iraq.

3.10.07

Mastellatiodio chiude

Io non so come saranno le alleanze nella prossima tornata elettorale. E non so neanche se andrò a votare (a prescindere dalle alleanze). Certo però che una condizione necessaria (non sufficiente) sarebbe il mandare a quel paese Mastella. Motivo? Anche (non solo) questo qui.

2.10.07

30.9.07

Famiglie

Ieri, come succede ormai da 12 anni a questa parte, sono andato allo stadio quando la Roma gioca in casa. Una partitaccia. Quattro gol presi (tra l'altro meritatamente) da quei polentoni dell'Inter guidati da ciuffo d'oro Mancini. Una disfatta. Verso la fine della partita, Totti (match pessimo) sbaglia l'ennesimo passaggio e io - in modo colorito (ero anche incavolato per la rottura della chiave del garage) - dico che oggi per il capitano non è giornata. In tre si girano in un nanosecondo e mi dicono all'unisono che non mi merito nulla, che sono un tifoso di serie B, che sono un coglione. Rispondo garbatamente (stavolta davvero) che siccome ho pagato il biglietto come loro (e anche se non lo avessi pagato avrebbe fatto lo stesso) ho tutto il diritto di criticare e che poi non è un delitto dire che Totti ha giocato male (mica ho detto che è scarso, lo reputo il più forte di tutti). Loro dicono che NON SI PUO' criticare il Pupone. Io: e perché? Loro: perché no. A questo punto arriva un signore (uno apparentemente tranquillo) di una 45ina d'anni (con madre 70enne - che mi ripeteva di stare zitto - e figlio al seguito) che mi punta: "Ehi tu, puoi critcare tutti, ma non Totti. Perché lui è nostro fratello (con tutti quei soldi li manda in curva?), fratello di tutti noi, siamo una grande famiglia". A volte penso che gli stessi diritti (umani e civili) non andrebbero assicurati a tutti. A Totti di certo.

27.9.07

Burma

Possibile che a 18 anni dal cambio di nome, il Myanmar debba essere chiamato da molti media ancora Birmania o (peggio) ex Birmania? Come dire che Sarkozy è presidente della Gallia.

26.9.07

Querele in Centro

Apprendo ora che Casini ha denunciato penalmente i giovanotti rei di aver messo su per scherzo il blog - prima ufficiale e poi no - dell'ex presidente della Camera. Ora, uno può essere permaloso e difensore della propria immagine quanto gli pare. Però mi immagino la scena. Casini riceve una telefonata e gli segnalano il blog. Lui va su tutte le furie con frasi del tipo: "Guarda un po' Internet, prima Grillo e questi qua...". A quel punto si alza dalla sua scrivania, prende il soprabito, esce di casa, va al commissariato più vicino e denuncia un gruppo di ragazzi che gli hanno fatto uno scherzo. L'avesse scritto un giornale - che a Casini gli passava per la testa di entrare nel governo - ci sarebbe stata solo una smentita o una intervista per rimediare.

25.9.07

Strategie chiare

In Telecom Italia hanno sempre una gran voglia di fare e disfare (vedi le continue separazioni business fisso - mobile). Così dopo aver fatto fuori Virgilio un po' di tempo fa a favore del brand Alice, oggi si cambia di nuovo e torna Virgilio.

Calciomercato (su eBay)



34 euro e mezzo. Più 1,50 euro per le spese di spedizione. Quasi quasi divento presidente di una squadra di calcio.

24.9.07

Pierferdi nella blogosfera?

Non so se sia un blog vero oppure no. Sicuramente è credibile.

"Presto faremo un passo ufficiale presso Palazzo Chigi e ci offriremo di entrare a far parte dell´Esecutivo. Con grande senso di responsabilitá noi siamo disposti ad appoggiare Prodi in cambio del verificarsi delle seguenti condizioni:
1) Crisi di governo lampo.
2) Ingresso dell´Udc nella composizione del nuovo governo.
3) Totale estromissione sinistra estrema, il ché significa nessun ministero e sottosegretariato per rappresentanti di Rifondazione Comunista e Comunisti Italiani.
4) Almeno due ministeri da affidare ad esponenti dell´Udc".

Update delle 17.15: ora è certo che sia un fake.

19.9.07

L'iPhone? Costa poco



Sull'introduzione dell'iPhone in Europa non la penso come il più esperto di tutti. Questo, quindi, vuol dire che probabilmente ho torto, ma - fatta eccezione della Gran Bretagna dove sono "abituati a farsi regalare il telefono all'atto della sottoscrizione di un contratto e non a pagarlo 389 euro" - un pricing simile in altri mercati (Italia in testa) sarà più che appetibile. Per quanto riguarda la mancanza dell'Umts non mi sembra un grande problema. Oggi quasi nessuno usa il 3G sul cellulare, neanche in azienda. Non credo quindi ci saranno difficilltà per un prodotto dedicato - per lo più - al mondo consumer. Previsione: se il prezzo rimarrà fra 300 e 400 euro in tutta Europa l'obiettivo dell'1% del mercato sarà ampiamente superato.

R2

Stamattina ho dato un'occhiata alla nuova versione cartacea di Repubblica. La grafica mi piace: più sobria e leggibile. Quello che non capisco bene è R2, la sezione dedicata agli approfondimenti. O meglio credo sia parte di un cambiamento monco. Se da un lato i quotidiani da anni si stanno settimanalizzando, dall'altro le persone hanno sempre meno tempo per leggere. Aggiungere una parte di approfondimenti, inchieste e reportage va quindi bene, ma forse avrei preferito che il resto del giornale fosse più veloce da consumare: invece - a parte la grafica e i link ai siti Internet - è rimasto identico.

18.9.07

Colichette



In questo quasi primo mese di Simone abbiamo parlato con un po' di genitori esperti di urla e strepiti da coliche. Tanti i rimedi (per i genitori). Ecco i migliori tre.

- Lanciare la carrozzina da un genitore all'altro (in alternativa corsa per casa con il bambino in braccio).

- Lanciare violentemente contro il muro la carrozzina e aspettare che torni indietro a mo' di guscio Meliconi.

- Chiudere il bambino nella sua stanza, andare in quella più lontana della casa e mettere lo stereo a tutto volume.

p.s.: noi, al massimo, siamo arrivati a un giro in auto fino a Spinaceto alle 22.30.

17.9.07

N3TV



Parte N3TV di Tommaso Tessarolo. Non so dove e come andrà a finire. Ma quello che c'è mi sembra ben fatto.

Haram

Il senso della notizia è tutto (o quasi) nel mestiere del giornalista. Non so se io ne abbia tanto o poco ma se fossi stato il responsabile esteri di un quotidiano questa notizia l'avrei data.

Dopo aver analizzato i pro e i contro Nahdatul Ulama, la più grande organizzazione islamica dell'Indonesia (che con i suoi 200 milioni di musulmani ospita la più grande comunità islamica del mondo), è arrivata alla conclusione che lo sviluppo della centrale nucleare sull'isola di Java (impianto previsto per il 2010) è haram, cioè proibito dall'Islam.

Visto che molti dei nostri media fanno a gara chi dimostra di più le volontà del mondo musulmano (?) di distruggere l'Occidente (?), questa mi sembra decisamente una notizia.
Le ipotesi sono dunque due (le solite): o non si conosceva la notizia o si è in malafede.

(via Internazionale)

Poi basta

A proposito di Grillo tutti parlano di effetti pericolosi, di derive demagogiche e populiste, ma nessuno spiega quali sono. Insomma: quale timore ci deve essere in qualcuno che sostiene che in parlamento non debbano sedere dei pregiudicati? Quale paura deve generare uno che denuncia le porcherie delle corporation italiane? Non stiamo mica parlando di un fascista o di un leghista che aizza il popolo contro il diverso. Qui c'è solo un comico che mostra i privilegi e il fancazzismo di una classe (casta, come va di moda) politica. E che c'è di male?

P.s.: se si candida non lo voto, ma
non per questo dico che sia pericoloso.

14.9.07

Rivoluzioni

E mentre noi lavoriamo, ceniamo, ci incazziamo, viaggiamo e qualche volta ci divertiamo - insomma conduciamo una vita normale - qui c'è chi organizza la rivoluzione.

13.9.07

AAA Competenze cercansi

Quando si dice che la politica italiana si è berlusconalizzata non si dovrebbe far riferimento tanto alle varie Carfagna, Gardini e altre vallette che occupano dei posti in Parlamento. Piuttosto io starei attento a tutti quei politici di professione che siccome hanno bisogno di visibilità fanno a gara a chi la spara più grossa. Qualche esempio? Prendete Casini oggi sul Corriere. Il leader Udc scrive che l'Italia dovrebbe riprendere con il nucleare. Tornando indietro, anch'io (che per motivi anagrafici non votai al referendum dell'87 che bandì il nucleare dall'Italia) non abbandonerei questa fonte energetica. Ma, onorevole Casini, indietro non si può tornare e se solo si facesse quattro chiacchiere con un ingegnere nucleare lei saprebbe che gli altri paesi hanno raggiunto un tale vantaggio rispetto alle nostre tecnologie vecchie di vent'anni che per l'Italia non è più conveniente puntare sul nucleare. (Tralascio di commentare l'idea di puntare anche sul carbone).

Un altro esempio è il Rutelli di qualche giorno fa. Che ha proposto una banca del Dna per motivi di sicurezza. Quello che mi piacerebbe sapere è se l'ex sindaco di Roma si sia consultato con qualche esperto prima di dire certe cose o se, per lo meno, abbia studiato la situazione dei paesi in cui la banca del Dna esiste. Io - diffidente di natura - non credo.

Verranno mai dei governanti competenti delle cose che gestiscono?

Mastella volante

Alle 14.34 di oggi questo è il testo dell'ultimo post del blog di Clemente Mastella.

C'è chi lo appoggia il qualunquismo. Che dire, è legittima anche la spintarella di chi sente aria di populismo e l'appoggia ugualmente. Io non rispondo a Grillo, nè ho aperto un blog per farlo. Saranno tre o quattro i post dedicati direttamente ai suoi temi. Non ho chiesto agli elettori dell'Udeur di scrivergli per protestare o intasare di parole e offese il suo spazio. Non mando mr. Bean dove lui pensa sia logico mandare me. Ricordo solo che in Parlamento ci si arriva in base ai voti che si ricevono. [...]

Poi, è chiaro, ci si può anche arrivare con l'aereo di stato o con l'elicottero. Vero ministro?

12.9.07

Osama Chic Radical

Le tesi complottistiche non mi sono mai piaciute. Mi ricordano la peggiore letteratura (Dan Brown per dirne uno), la peggiore cinematografia (molta Hollywood) e le parti peggiori della recente storia d'Italia (le ombre sugli omicidi Moro e Pinelli) e della società (cospirazione di ebrei e radical chic la celebre accusa di Don Gelmini: a me in questa categoria viene in mente solo Gad Lerner...). Detto questo che Bin Laden torni a farsi vivo proprio l'11 settembre (tinto e promettendo di non far pagare le tasse, vi ricorda qualcuno?), proprio quando Bush si trova in estrema difficoltà con la situazione irachena e con i repubblicani che si avviano (salvo sconvolgimenti) a una sconfitta presidenziale, mi sembra, per lo meno, un po' curioso. Certo si potrebbe dire che si tratta di una dimostrazione di forza del leader (ex?) di Al Qaeda ma a pensarci bene l'apparizione di Bin Landen fa gioco, in un certo senso, anche alla strategia bushiana.

10.9.07

Campanelli d'allarme

Tante cose sono state dette sul V-Day. Sia sui giornali che sui blog. L'unica cosa che posso dire è che all'evento sotto casa mia (di fronte alla basilica di San Paolo a Roma) la maggior parte della gente era di sinistra (almeno negli abiti). Siccome si dice sempre che l'antipolitica è più di destra che di sinistra, io, fossi un dirigente del nascente Pd o di qualsiasi altro partito dell'Unione, studierei a fondo la questione.

7.9.07

Piccole Brambilla



Lei dice che gli italiani sono molto intelligenti. Chissà allora dove ha imparato la nostra lingua con accento nordico.

(via Gilioli)

6.9.07

Ma in che paese viviamo?

Sentita ieri sera al Tg1: "Previste contravvenzioni per chi possiede, senza motivo, bombolette spray". Ora mi sento più sicuro.

5.9.07

Ho avuto un'occasione (e l'ho sprecata)

Io un'occasione ce l'ho avuta. Molti di voi no. Ho fatto il servizio (in)civile in Vicariato. Lavoravo con incarichi di responsabilità (come un obiettore NON dovrebbe fare) all'organizzazione al Giubileo dei Giovani del 2000 (quell'enorme massa di rompicoglioni under 30 che ha invaso Roma nell'estate di sette anni fa). E lì, in quei maledetti 10 mesi, un'occasione ce l'ho avuta. Era mattina. Era estate. Faceva caldo. Contro l'ordine dei miei superiori ero in bermuda e maglietta. Si apre la porta. Entra prima lui. E poi quell'altro. Uno era Joseph. L'altro Camillo. Tutti i miei colleghi baciano le mani. Io offro le cinque dita e dico: "Piacere Ferrazza". Loro mi guardano stizziti e vanno avanti. Sul tavolo c'era quel fermacarte di marmo. Ora che sento dire certe cose penso che quel pezzo di Carrara era un segno, per così dire, divino. Io un'occasione ce l'ho avuta. E l'ho sprecata. Perdonatemi. Se potete.

4.9.07

Question time

Dal mio piccolo se dovessi intervistare Veltroni gli farei solo una domanda che nessuno gli fa (o gli fa e lui non risponde, quindi non viene descritta la risposta): "Sindaco, ma lei dice tutte queste cose perché pensa che Prodi non le farà?".

1.9.07

Per gli amici



In questo posto inizio a raccogliere le immagini di Simone.

Alta definizione, poche novità



Al Cebit 2006 (prima dei mondiali di calcio, ottimo evento per vendere televisioni) e all'Ifa dello scorso anno non si è fatto altro che parlare di tv in alta definizione. Quest'anno che per motivi personali ho dovuto saltare l'Ifa, non mi sembra che le cose siano andate molto avanti.

31.8.07

E la sabbia? Non è un problema?

Io non ho niente contro il cosiddetto partito dei sindaci (Cacciari, Veltroni, Chiamparino, Domenici, Cofferati e così via). Anzi, li preferiso di gran lunga a tanti chiacchieroni che in nome di una falce e un martello (o di un crocefisso: stessa pasta ideologica) non fanno altro che tentare di affossare il paese. Però. Però, in città pieni di problemi come quelle italiane, siamo sicuri che i lavavetri occupino il primo posto? Soprattutto questa settimana che a Roma non fa altro che piovere sabbia e io c'ho il vetro della macchina senza ormai alcun angolo di trasparenza.

30.8.07

Mannaggia

In quello che faccio tutti i giorni e che mi dà da mangiare ci sono delle persone importanti. Dei maestri, mi verrebbe da dire. Anche se li conosci a malapena. Franco era uno di questi.

28.8.07

Non voterò mai De Mita

Io, giuro, ce la sto mettendo tutta a convencermi che il Pd sia un partito da votare (anche perché altrimenti resto a casa) però ci sono cose che non riesco proprio a mandare giù. Questioni, direi, fondamentali prima di mettere una croce su una scheda. Eccone alcune.

- Zero dichiarazioni sulla laicità.

- Veltroni che prima auspica una lunga durata per il governo Prodi e poi già parla da premier: "Il programma di governo non dev’essere di 280 cartelle, ma di 10 punti, chiari, netti, identificabili". Oppure: "Al centrodestra rivolgo un appello: c’è un pacchetto di riforme in commissione Affari costituzionali, dal rafforzamento dei poteri del premier alla riduzione del numero dei parlamentari, su cui possiamo ritrovarci d’accordo; perché non lo si approva?"

- Rosy Bindi che, in piena crisi massimalista, dice solo: No, Veltroni è uno stronzo.

- Sempre Veltroni che dice: "Apprezzo Pisanu, la Moratti e la Prestigiacomo". E' troppo chiedere il perché?

- Ugo Sposetti i cui soldi (fossero i suoi...) non si possono toccare.

- Il problema (?) della fine della Festa dell'Unità.

- Ciriaco De Mita coordinatore regionale in Campania.

- Binetti e soci.

22.8.07

Archivi segreti

Se vi interessa qualche articolo su Dagospia e non lo riuscite più a leggere perché finito nell'archivio a pagamento basta fare così: scegliere due o tre parole chiave del pezzo e cercarle con Google accanto al termine Dagospia; a questo punto cliccate sulla voce cache del risultato e leggete. Ecco un esempio: articolo protetto, articolo accessibile.

21.8.07

Simone



E' nato alle 7.30. Lui sta bene. Mamma e papà pure. Qui ha più o meno un'ora di vita. Presto, per gli affezionati del genere, nuove foto nel mio spazio su Flickr.

19.8.07

Pensierino subprime

Fra le poche cose che ho capito della crisi finanziaria dovuta ai mutui subprime statunitensi, mi sembra che ci sia una poca accuratezza (eufemismo) dei debitori che non conoscevano bene i tassi di interesse a cui sarebbero arrivati i loro mutui. Io, per esempio, prima di prendere un prestito da 450mila dollari mi informerei bene sulle condizioni. O no?

18.8.07

Skype In, Out e Down

Ha ragione Stefano quando dice che uno dei difetti di Skype (oltre al down di questi giorni) è la mancanza di interoperabilità. Però non credo che sia un problema di monopolio. Finora Skype è stata una delle applicazioni Voip più usate. Ma, almeno per ora, non ha una posizione dominante, alla Microsoft per intendersi. I 220 milioni di persone che non potevano parlare credo siano state molte di meno (è il numero degli iscritti non quelli degli utenti abituali). Se Skype vuole crescere dovrà aprirsi, altrimenti sarà poco più di una delle tante applicazioni di chat-im-voip-etc. Le esperienze non proprio entusiasmanti di iTunes e Second Life dimostrano che i mondi chiusi, alla lunga, non pagano.

16.8.07

Estate intensa

Siamo tornati dalle vacanze prima di Veltroni perché qui l'ostetrica ci terrorizza che il pupo dovrebbe nascere prima del 20 (segnalo che oggi è 16). Ho passato 15 giorni a non fare praticamente nulla e a leggere i giornali. Sul fronte politico in Italia le cose importanti mi sembra siano state più o meno queste:

- Tanti candidati della Margherita alla segreteria del Pd hanno monopolizzato il dibattito estivo e temo che i Ds dovranno augurarsi al massimo di diventare una corrente (neanche troppo importante) del nuovo soggetto.

- Prodi è come Berlusconi che dice e smentisce.

- La colpa non è di Caruso, ma di coloro che gli hanno dato la possibilità di parlare senza neanche sapere (Caruso e i ventriloqui) cosa sia la Legge Biagi.

- Sarebbe bene ricordare che la suddetta Legge Biagi è da definire Legge 30 e che il nome del giuslavorista è stato strumentalizzato dalla destra che l'ha usato dopo la sua morte: mica criticherete una legge scritta da una vittima delle BR.

- Molti (troppi) italiani sono dalla parte di Valentino Rossi che evade le tasse: loro al posto suo farebbero lo stesso.

- Alla stabilimento Frigidaire di Capalbio c'è un sacco di gente che legge Libero.

6.8.07

Basta pagare, che ce vo'/2

Avevo promesso che in vacanza non avrei aggiornato il blog ma il post sul Mondo e la Euro Company ha creato una piccola discussione. Alcuni pensano che di fondo ci sia un malinteso. Volevo quindi precisare qualche aspetto che probabilmente non ho spiegato bene.

1- Lo speciale "Uomini e Aziende" dentro il quale sarebbe finito un articolo su Galileo è all'interno del giornale, anche se con una grafica diversa. L'agente che si è presentato da me non ha parlato di una segnalazione che avvertisse di uno spazio pubblicitario (o di un pubbliredazionale). Per scrupolo, poi, ho comprato il Mondo e nella pagina del colophon la Euro Company è presentata come concessionaria della sezione "Uomini e Aziende", e non come concessionaria pubblicitaria che nel caso del Mondo è Rcs Pubblicità. Inoltre nel numero in edicola questa settimana c'è una pagina, la 52, a cura di Rcs Pubblicità dal titolo (corretto) "dal mondo delle Aziende".

2- Nella
pagina del sito della Euro Company dedicata al Mondo non appare da alcuna parte una scritta del tipo "le aziende informano", anche se poi leggendo bene nel sito si capisce quale sia la vera attività della Euro Company. Faccio notare, però, che non è detto che i lettori debbano sempre informarsi su chi curi le sezioni dei giornali (non vale se lo capisce solo un operatore della comunicazione).

3- Comunque sia penso che la Euro Company abbia provato a raggirarmi dicendomi che il 65% degli articoli dei giornali italiani è a pagamento. Non è vero, magari molti, compresi i miei, non sono da Pulitzer ma non sono su commissione, se non dei giornali che me li richiedono.

4- Ovviamente non ho le prove che Il Mondo sappia come lavori Euro Company (che comunque si presenta a nome del settimanale di Rcs, avendo il titolo per farlo).

3.8.07

Bet on the baby

Per qualche giorno ce ne andiamo al mare. Non credo che aggiornerò il blog. Vorrei staccare una decina di giorni prima di prepararmi alla paternità. Ancora non me ne sono reso bene conto. Io dico che nasce il 22 agosto, Leti il 18, il termine scade il 27. Si accettano scommesse: dal 25 al 29 la quota è di 1,30. Dal 20 al 24 e dal 30 al 2 settembre: la quota è 2. 15-18 agosto e 2-5 settembre: 4,50. Fuori di questi intervalli: 15. Buone ferie.

SkyTube

Vedo che Sky Calcio usa molto e volentieri video presi da YouTube (suppongo senza pagare alcuna royalty) per documentare i gol di sconosciuti calciatori sudamericani. Ma allora chi era quella società che insieme ad altri broadcaster chiedeva di bloccare le proprie partite trasmesse su Coolstreaming o simili?

27.7.07

Saghe

Secondo indiscrezioni, l'ottavo volume della saga di Harry Potter si intitolerà "Harry Potter ha stracciato le palle".

Michele Serra, Satira preventiva, L'espresso in edicola.

25.7.07

Think different


Grazie ad Antonio ho (ri)scoperto questa pubblicità. Altro che Fiat.

Basta pagare, che ce vo'

Come promesso, vado contro una delle regole principali del giornalismo (cane non mangia cane) e racconto una vicenda accadutami in questi giorni. La scorsa settimana vengo contattato da Euro Company, concessionaria dei servizi speciali (una delle?) del settimanale Il Mondo, edito da Rcs. La signora (di cui non ricordo il nome) dall'altra parte del telefono mi parla della possibilità di un servizio nello speciale Uomini e Business di gennaio, incentrato sulle piccole e medie imprese nel campo della comunicazione. Rispondo che vorrei capire in che modo Galileo potrebbe contribuire: un'intervista al sottoscritto con tanto di foto con sigaro, articolo scritto da noi o cos'altro. La signora di Euro Company mi risponde che il lavoro sarebbe fatto tutto da giornalisti porfessionisti che verrebbero qui da noi a intervistarci, per poi mettere giù il testo in forma di articolo o di intervista botta e risposta.

La cosa potrebbe interessarci, quindi. Fino a quando la signora mi chiede quale dimensione preferisco per l'articolo: la disponibilità va da un sesto di pagina fino a due pagine. Inizio a sentire puzza di bruciato ma faccio finta di nulla e vado avnti nella conversazione. Nella quale mi si dice che se sono interessato verrà un loro agente a fare un preventivo e a illustrare i prezzi. I prezzi? Come avevo capito mi stanno chiedendo del denaro per far uscire un articolo su Galileo. Mi fingo dunque interessato ("Ma l'articolo appare come una pubblicità?", risposta: "Assolutamente no") e prendo un appuntamento. La signora precisa che per ricevere l'agente devo avere potere di firma nella società: loro l'accordo lo chiudono subito dopo il colloquio.

Arriva il giorno dell'accordo. Che era oggi. Si presenta dunque a Galileo (con 20 minuti di anticipo) un signore sui 55 anni con un orribile completo grigio chiaro. Dopo essermi asciugato dal viscidume della sua stretta di mano (non era il caldo...), inizia a illustrare i numeri de Il Mondo (circa 130mila la tiratura e qualche migliaio di abbonamenti). Mi fa anche vedere come sono venuti speciali precendenti messi a punto con lo stesso metodo e mi fa notare che ormai i posti a disposizione sono rimasti pochi. Chiedo nuovamente: "Ma non è che poi mi ritrovo un'inserzione pubblicitaria anziché un articolo?". Risposta: "L'articolo, la cui stesura definitiva deve essere approvata da lei, è ben mascherato e poi, lo sa, il 65% degli articoli su tutti i giornali è su commissione". Lo so? Ma che so? Avrò la fortuna di collaborare per gruppi editoriali seri che mai mi hanno fatto delle pressioni, ma non credo proprio che il 65% degli articoli dei miei colleghi sia su commissione, peraltro a pagamento.

E arriviamo ai prezzi. La tabella non è molto cara anche se non chiedono proprio bruscolini: oltre 6.000 euro (con lo sconto) per una pagina con foto (gli altri formati sono proporzionali a questo prezzo). L'agente mi guarda e mi chiede: "Allora?". Faccio finta di pensarci e dico che non siamo interessati, che un investimento simile è fuori dai nostri budget. Lui mi guarda sconsolato e rimette a posto le sue carte. Prima di salutarmi ci riprova e dice: "Guardi che non è della semplice pubblicità, la gente leggerà l'articolo e dirà: Hai visto c'è Galileo su Il Mondo!". A Roma risponderebbero: "Me cojoni...".

P.s.: Se il sindacato che difende tanto i nostri diritti si occupasse anche di queste vicende che ledono la nostra dignità non sarebbe mica male.

24.7.07

Crisi di identità



Provo una insana attrazione per la candidatura di Enrico Letta.

19.7.07

Domanda ai giornalisti

Avete mai chiesto a un vostro intervistato di pagare per far uscire un'intervista o un servizio sulla sua azieda/società/onlus/associazione/squadradicalcio? E di proporgli anche delle tariffe a seconda dello spazio che desiderava? A me, nell'insolita parte dell'intervistato, è capitato. E non con il giornalino della parrocchia. Nei prossimi giorni (questa volta da giornalista devo fare qualche verifica) racconto tutto.

17.7.07

Memorie Fini

Io capisco e comprendo un sacco di cose (non tutte, s'intende). Però la faccia di tolla di An che qualche mese fa gridava "siamo con le categorie" per difendere tassisti, avvocati, benzinai, eccetera dalle lenzuolate di Bersani e ora urla "Via le Caste" è francamente inacettabile.

L'ostetricia è un po' arte e un po' scienza

Sul'ultimo numero de L'espresso c'è un interessante articolo sulle presunte mazzette che le ostetriche prendono in alcuni ospedali romani per seguire le prossime mamme. Anche noi che ci stiamo avvicinando al fatidico momento ci siamo rivolti a un ospedale (pubblico) e a un'ostetrica che ci fa un corso preparto a domicilio (10 sedute, 150 euro in tutto). Niente mazzette, quindi. E lei, che fa anche fattura, non si è neanche azzardata a farci un accenno di proposta.

Ma ecco, se posso, un'aggiunta al pezzo de L'espresso. Poiché ci stiamo trovando bene con questa ostetrica, abbiamo preso in considerazione l'idea che seguisse Letizia durante il travaglio e in sala parto. E ci siamo informati su quale fosse il costo: 2.500 euro.

Al di là della spesa (non è certo questo il caso di risparmiare), l'ostetrica ci ha poi spiegato come vengono ripartiti questi soldi: 300 euro a lei, circa 1000 al ginecologo, il resto all'anestesista (eventuale) e alla struttura. Il bello, però, è che noi non possiamo scegliere il ginecologo che vogliamo, ma in sala parto c'è quello che ci tocca di turno. Che quindi prende dei soldi per una responsabilità che gli toccherebbe anche a gratis.

Le ostetriche, visto che poche mamme di fronte a una spesa così alta si assicurano le loro prestazioni, si sono quindi organizzate in una sorta di sciopero bianco: garantiscono il servizio e si organizzano in turni per seguire le "proprie" mamme. Senza che queste ultime caccino un euro. L'unica differenza è che possono assistere solo il travaglio ma non possono entrare in sala parto per motivi legali.

Che facciamo? Ancora non lo sappiamo.

P.s.1: Se si vuole scegliere anche il ginecologo la possibilità c'è: 5.000 euro.

P.s.2.: Il titolo del post è una frase che ripete spesso la nostra ostetrica.

10.7.07

Sconti

Il mio amico Mauro direbbe: "Ma, questi imprenditori giapponesi, quanto guadagnavano per ogni console venduta se ora abbassano il prezzo di 100 dollari?".

Altro che Maori...



Danza promozionale di Samsung.

(via Antonio Dini)

9.7.07

Globalizzazione da spiaggia

Ieri al mare un signore asiatico urlava: "Vu cumprà".

Breaking news

Il sito creato da Molleindustria per prendere in giro Luca Volontè è stato sottoposto a sequestro preventivo dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Roma.

5.7.07

Padelle e braci

Un uccellino mi ha detto che al Cnipa, al posto del trombato Livio Zoffoli, vogliono mettere Fabio Pistella, presidente del Cnr.

Liberté, Egalité, Volonté

Per Luca Volontè, il deputato Udc che ha una rubrica su Libero dal titolo Catacombe, quelli di Molleindustria (gli autori di Operazione: Pretofilia) hanno creato un sito per prenderlo in giro. Se non ci fosse da piangere, sarebbe molto - davvero molto - divertente.

4.7.07

BETA wall

E' da qualche giorno che sto seguendo il nuovo portale della Sinistra Europea. Confesso che non ho ancora capito il senso. Ma siamo alla BETA version, che per ora non è che una bacheca. Mi ricorda i "muri" dove gli ultrà di diverse squadre lasciano le proprie gentili riflessioni.

3.7.07

W la Rai

Dopo anni di sperimentazioni andate male, noto con piacere che la tv sul telefonino potrebbe (dico, potrebbe) essere arrivata a una svolta. E non grazie a un operatore. Ma grazie alla Rai che ha optato per lo standard Dmb (e non per il Dvb-H) che consentirà una diffusione gratuita in broadcasting (anche se parziale nei contenuti) di canali sul cellulare. In molti diranno (come spesso dicono) che nessuno ha intenzione di vedere la Prova del Cuoco sul telefonino. Vero. Ma iniziare con qualcosa di gratuito potrebbe fare un po' di massa. Che cosentirà di condurre qualche esperimento e quindi trovare (se esiste) una via sostenibile (per la vista e per il portafoglio dei consumatori e delle aziende) alla tv sul cellulare.

29.6.07

Metafore



Uno degli spot di Hot Club, il pacchetto di canali per gli adulti di Sky, vede protagonista una donna a dir poco eccitata e un ascensorista con un trapano elettrico in mano. Tutto si può dire tranne che sia una pubblicità con un messaggio nascosto.

28.6.07

Cottura media, grazie

Dopo tanto tempo ieri sera sono tornato a Villa Celimontana per l'annuale Jazz Festival. Strepitosa (per quanto riesco a capirne) performance di Renato Sellani e Danilo Rea. Credo però che sarà l'ultima volta che metto piede al festival. Come si fa a organizzare un evento del genere e prevedere che di fronte a dei musicisti che si esibiscono ci siano tre ristoranti/bar/pub o simili? Il risultato è quello di metà platea interessata alla musica e l'altra metà venuta lì per mangiare, chiacchierare e magari ascoltare un po' di musica. Il risultato è quindi deprimente. Per me che ho pagato il biglietto del concerto e soprattutto per quei poveri cristi (ma chi glielo fa fare?) che suonano. I quali durante un assolo sono accompagnati da un cameriere che chiede: "Cottura media o al sangue?".

27.6.07

Inciviltà, piccole, ma inciviltà

L'immagine “http://www.asaps.it/articoli/immagini/A0144.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

Io, porca miseria, me ne andrei da Roma solo perché quando i motorini e le auto arrivano a un semaforo rosso si mettono sulle strisce pedonali in attesa del verde.

26.6.07

Post satirico, eh?!?

Pare quindi che Mirko Morini, alias Butirrometro, sia stato condannato a sborsare 300 euro di multa per aver scritto sul suo blog: "Gigi Moncalvo, ex idiota, ora riabilitato dai più, famosa la sua faccia da rimprovero". E ci credo che Moncalvo l'ha querelato: ex a chi?

p.s.: per chi volesse aiutare Morini a racimolare i soldi per le spese legali, andare qui.

Izquierda 2.0


Sta per partire il nuovo portale della Sinistra Europea. Sarà uno spazio user generated content. Vedremo.

25.6.07

X-Series, la questione è un'altra

E' un paio di settimane che sto provando il Nokia N95 con un abbonamento X-Series di Tre Italia. In molti ne hanno già parlato. Mantellini non ha espresso un grande entusiasmo. Dello stesso avviso - più o meno - Pietro Saccomani. Più positivi Massimo Cavazzini e Alessandro. Personalmente sono più vicino alle posizioni degli ultimi due. Che riassumendo dicono: "Non è il massimo ma un bel passo in avanti".

Io, invece, vorrei fare un passo indietro. E cioè: ha senso il web sul telefonino? Domanda vecchia come il fuoco, ma credo che abbia senso farsi. Almeno periodicamente. Me lo sono quindi richiesto oggi quando Iwona, la ragazza che fa a casa nostra le pulizie e che ha un abbonamento a Tre, è venuta da me per chiedermi come faceva a compilare un form per richiedere un catalogo di un outlet fuori Roma. Dopo aver smanettato un po' ho capito che il tasto "invio" in fondo al form non c'era. Sono quindi andato al computer e in 20 secondi abbiamo fatto la richiesta.

Questo piccolo aneddoto per dire che in Italia - e in genere nel mercato occidentale - si sta tentando di usare il web per riempire di contenuti i telefonini. Ma il web - altra vecchia domanda - è pronto per entrare nel cellulare? Per quello che ho visto in queste due settimane la mia risposta è no. La maggior parte dei siti (praticamente tutti) non sono navigabili (lo saranno mai?). Le uniche cose che hanno veramente un senso sono i servizi come Skype o il controllo della posta elettronica (ovviamente non da web).

Dall'altra parte penso che alcuni siti web 2.0 potrebbero avere futuro, soprattutto di mercato. Penso per esempio a YouTube e simili (se però ci sarà una ottimizzazione per la visione sul piccolo schermo dei telefonini). In molti, negli ultimi anni, si sono chiesti chi potesse essere interessato a vedere un video sul cellulare: domanda lecita, ma gli schermi come quelli dell'N95 iniziano a far quadrare il cerchio.

Insomma, il centro della discussione, a mio parere, non sono tanto le tariffe o il walled garden ma il matrimonio fra cellulare e web. Che non s'ha da fare. O meglio: non si può fare (almeno per ora). In Giappone e in Corea del Sud il problema lo hanno affrontato molti anni fa investendo molto più e prima di noi occidentali su un'ampia gamma di servizi che rappresenta, sì, un walled garden ma talmente grande che non ci si accorge neanche di essere rinchiusi.

Per chiudere: se gli operatori (e chi gestisce i siti web) sperano che i loro clienti/lettori/utenti usino il cellulare per navigare in Internet devono rimboccarsi le maniche e non dire solamente: "Questo è il cellulare e questa è la connessione veloce: ora fai quello che ti pare". Non è pensabile che un banale copia e incolla dei contenuti (senza neanche formattarli) possa bastare (non esiste persona che leggerebbe un quotidiano sullo schermo di un televisore). Se la situazione rimane questa, le possibilità di insuccesso sono elevate.

Una strada potrebbe essere quella di puntare su degli aggregatori che visualizzino i testi dei siti web in maniera umana anche sul cellulare. Ma questa è solo un'idea.

24.6.07

Domandina

Io non sono un fine politico. Al liceo, per dire, ero di quelli che fra discoteca e centro sociale andava a ballare. Mi sono appassionato a queste cose in età adulta. E perciò, a volte (se non spesso), mi mancano le basi per capire alcune dinamiche. Quindi potrà sembrare ingenuo se l'unica domanda che mi viene in mente ora, mentre Veltroni sta per diventare leader del principale partito del centrosinistra e prossimo candidato alla Presidenza del Consiglio, è: "Perché non lo si è candidato lo scorso anno?".

(video visto su Manteblog)

Si cambia

Oggi abbiamo pittato la stanza del nascituro (ogni parete di un colore diverso). Mi sembrava una buona occasione per cambiare look anche a questo posto.

23.6.07

Calciomercato

Quel fenomeno (?) di Ricardo Oliveira, attaccante del Milan, vuole giocare nel Real Madrid. Anch'io.

Alla prossima censura

http://www.armchairempire.com/images/Reviews/Playstation2/manhunt/manhunt-2.jpg

Analisi senza grinza di Matteo Bordone sulla (triste) vicenda della censura di Manhunt 2 da parte del ministro Gentiloni.

Oggi il Ministro Gentiloni tutela i piccoli e ottiene che il pur divertente Manhunt2 non esca. Ma domani io, che ho 33 anni, voglio poter giocare a quello che mi pare.

22.6.07

Boh/2

Qualcuno che sa spiegarmi perché nell'Almanacco della Scienza del Cnr c'è un'intervista ad Andrea Muccioli? Perché non Francesco Totti, Lory Del Santo o Roberto Bolle?

21.6.07

Toni soft

Fresco fresco di mail. (Trancu non ha tutti i torti).

SU SPERIMENTAZIONE BIOTECH POSIZIONE MINISTRO E’ SCANDALOSA. ITALIA SEMPRE PIU’ LONTANA DALL’EUROPA

Milano, 21 giugno 2007 – “La politica tipicamente italiana delle mille Commissioni per non decidere niente e impantanare tutto colpisce ancora. Con una decisione scandalosa poiche' non basata su alcun riscontro scientifico il Ministro Pecoraro Scanio ha espresso parere negativo su una bozza di decreto redatta di concerto tra i tecnici del Ministero dell’Ambiente da lui stesso nominati e quelli dell’Agricoltura in merito ai protocolli per la sperimentazione di piante geneticamente modificate”, ha dichiarato Patrick Trancu, coordinatore del CEDAB (Centro di Documentazione sulle Agrobiotecnologie). “Una saga degna delle 12 fatiche di Asterix, con i Ministeri competenti che si palleggiano incartamenti e decisioni. Uno spettacolo desolante che mortifica i ricercatori italiani e che rischia di portare all’apertura di una procedura di infrazione nei confronti dell’Italia per mancata applicazione della Direttiva Ue 2001/18 in tema di emissione nell’ambiente di organismi geneticamente modificati”.

“La decisione del Ministro Pecoraro Scanio allontana ulteriormente l’Italia dall’Europa e pone il nostro paese al di fuori delle strategie europee, negoziate peraltro anche dal nostro Governo, in tema di sviluppo delle biotecnologie nel settore agroalimentare relegandolo ad un pericoloso isolazionismo. Mentre l’Europa persegue il proprio obiettivo di costruire un’economia basata sulla conoscenza, l’Italia pensa alle zucchine biologiche”.

Bermuda

"Se invece del Pil totale prendessimo il Pil pro-capite, il G8 sarebbe davvero sorprendente: Lussemburgo, Norvegia, Svizzera, Danimarca, Islanda, Stati Uniti, Bermuda e Svezia. Diciamo la verità, un G8 più interessante".

Giovanni De Mauro, Internazionale, 15-21 giugno 2007

W Uolter (qualche anno fa anche di più)

L'immagine “http://fareladestra.blogosfere.it/114228852580.JPG” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

Io non ho nulla contro l'uomo più buono del mondo, il sindaco di Roma Walter Veltroni. Anzi, senza ironia, penso anch'io che sia uno dei politici più in gamba e il migliore per la guida del Pd e per candidarsi premier alle prossime elezioni (lo dico da tempi non sospetti, da prima del 2001). Noto solo, però, che se le consultazioni ci dovessero essere nel 2011, si avrebbe per l'ennesima volta un candidato non giovane, di 56 anni.

20.6.07

Pulitzer

La nona pagina del primo giornale italiano è completamente dedicata alla separazione di Anna Falchi e Stefano Ricucci.

18.6.07

Il treno dei desideri (all'incontrario va)



Il centro di Roma e quello di Teramo distano solo 173,9 chilometri. Eppure se si volesse andare in treno da una città all'altra questa distanza si moltiplica praticamente per 10.

17.6.07

V-Day

L'immagine “http://www.dongiulio.com/uploaded_images/beppe%20grillo-745406.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

A me Beppe Grillo non piace tanto. E il sentimento di antipolitica (per dirla con D'Alema) preoccupa. Però non posso negare che se fossi stato un blogger famoso, l'idea del Vaffanculo Day sarebbe potuta venire anche a me.

16.6.07

Razzolare

Quando uno dice che la famiglia è sacra...

Glucosio

http://onemansblog.com/wp-content/uploads/2006/07/BigMac.jpg

Negli ultimi giorni c'è stato molto da fare. Qui si sta diventando in tre e c'è da allestire il fasciatoio, foderare l'armadio del pupo e così via. E poi ci sono le analisi. Fra cui quelle della glicemia: la diabetologa ha prescritto a Leti una dieta per evitare che il glucosio salga. Le ha anche dato una splendida macchinetta per misurare i livelli. Nelle tre settimane in cui Leti si è automonitorata i parametri sono stati sempre nella norma, a parte una volta che ha sgarrato con il cibo e il livello del glucosio è salito. Ieri nuova visita di controllo e la diabetologa: "Signora, possiamo dire che lei ha un diabete gestazionale visto quel valore sfalsato. Niente di grave, ma dobbiamo tenerlo sotto controllo con quattro monitoraggi al giorno". Ora, io non capisco nulla di medicina, men che meno di diabete, figuriamoci se gestazionale. Ma la mia domanda è: "Se quel giorno Letizia non avesse mangiato la pasta, quale sarebbe stata la diagnosi di ieri?".

7.6.07

Boh

Qualcuno sa spiegarmi i veri vantaggi per i consumatori di un telefonino che fa da cellulare e da terminale fisso?

Bush, comprate er Risiko

Per una volta mi trovo d'accordo con il ministro Ferrero. Non che andrò a manifestare, ma un minimo di libertà di espressione sarebbe pure gradita.

Dalle brevi di Repubblica: "Vista non solo la politica sbaglia e guerrafondaia di Bush in questi anni, ma anche le ultime prese di posizione sul clima mi sembra ci sia tutta la legittimita' di contestarlo". Lo dice il ministro della Solidarieta' sociale, Paolo Ferrero, che aggiunge: "Questo non toglie che ci siano i rapporti, come e' normale, tra governi legittimi".


p.s.: non lo capisco mica Pannella che sciopera per la moratoria contro la pena di morte e poi non vede l'ora di abbracciare Bush.

5.6.07

Per dire

- Montezemolo dice che l'Italia deve ringraziare le imprese per quel minimo di ripresa che stiamo vivendo. Giusto.

- Montezemolo dice che bisogna abbassare i costi della politica e ridurre gli sprechi della pubblica amministrazione. Giusto.

- Montezemolo dice che lo Stato dovrebbe imparare dagli imprenditori (non tutti) per diventare più efficiente. Giusto.

- Montezemolo dice che si deve fare una politica per abbassare la pressione fiscale alle aziende. Giusto.

- Montezemolo dice che è ora di una politica forte: le imprese e l'Italia ne hanno bisogno. Giusto.

Io, intanto, dico che ieri per ritirare una auto nuova al Fiat Center di Roma ci ho messo più di due ore.

28.5.07

Discorsi

Quello che ha detto Montezemolo l'altro giorno all'assemblea di Confindustria io lo condivido al 100 per cento (o quasi). Ma ci sono due però. Il primo (detto da molti): con un minimo di autocritica sarebbe stato più credibile. Il secondo: Montezemolo parla a nome degli imprenditori, ma lui non lo è.

26.5.07

Cenette

Nei giorni scorsi sono stato al Forum PA. Molto (troppo) caldo e molte (poche) notizie (almeno per me). Le cose che mi hanno incuriosito sono due:

1. Alcune aziende orientali di hitech iniziano a produrre in Italia perché conviene per una questione di tasse.

2. Una grande azienda che fa sistemi operativi, software e molto altro invita i propri dipendenti, per i vent'anni aziendali, a una cena dall'altra parte dell'oceano (Pacifico). Io proverei a farmi pagare una cena qui.

22.5.07

Pensierino Democraitco (e un po' qualunquista)

Si dice che la politica è in crisi. E se lo fossero i politici? E se qualcuno avesse il buon gusto di fare un passo indietro? Tutti a dire che loro devono cambiare (e il loro rapporto con la gente). E se invece si pensasse che qualcuno di loro deve andare a casa perché ha fatto il suo tempo. Sull'onda di Sarkozy non si fa altro che parlare di merito. Ecco, appunto.

17.5.07

Pazzie

Perrotta e De Rossi festeggiano. Grazia Neri

Ma è normale che uno che cerca di fare la persona seria, che ha quasi 29 anni, che (se tutto va bene) ad agosto diventa padre, si interroga dove andare a festeggiare la Coppa Italia che la Roma ha appena vinto?

Top 50 gol



Se avete 22 minuti (circa) da perdere.

16.5.07

Lo sai che sei bella?



Per una nuova e grande famiglia. Fatta di tanti bambini.

(via Pi)

13.5.07

I bambini non hanno colpe

E dopo Roma Channel è arrivato il momento di Totti Chanel.

9.5.07

Politiche industriali (?)

Leggo che Murdoch è in procinto della ennesima web-acquisizione. Non saremo certo all'epoca della bolla, ma l'impressione è che la politca dei colossi non abbia una strategia chiara: "Compriamo tutto quello che c'è da comprare. Per farci cosa? Poi vedremo". Non è detto che sia negativo.

Sono noioso e ripetitivo

Però visto che "la ministra Bindi si difende spiegando che la conferenza di Firenze è sulla famiglia, quella dell'Art. 29 della Costituzione, fondata sul matrimonio", vorrei segnalare che alle brutte (ma proprio alle brutte, cioè che una sfiga così non è augurabile a nessuno) da un matrimonio normale possono nascere figli omesessuali (meglio specificare: l'omesessualità non è genetica, da persone etero si possono avere figli di gusto sessuale diverso).

8.5.07

Famiglie

Perché non voterò il futuro Pd (e non comprerò il mensile Shalom).

7.5.07

Posizioni

Non so di preciso cos'è, ma fa un certo effetto assistere a una conferenza stampa del governo a palazzo Chigi in cui si annuncia un accordo con una grande azienda e le tre persone che danno notizia della partnership sono così disposte: l'amministratore delegato al centro e i due ministri ai suoi lati.

4.5.07

AAA cercansi editori professionisti

Zambardino fa un'analisi condivisibile della voce secondo la quale Microsoft vorrebbe acquistare Yahoo!. Aggiungo e mi chiedo: In Italia, dove non esistono editori di professione, ci sono le competenze imprenditoriali per essere lungimiranti? Mmh...

3.5.07

All generated content

Oggi sono stato a un interessante convegno organizzato dalla Fondazione Rosselli. Si parlava di User Generated Content. Alcune personali riflessioni.

- Mi piacerebbe che si chiamassero All generated content per dare ancor di più forza all'idea che il web e la rete danno la possibilità a tutti di generare contenuti. Mia madre, per esempio, ha un blog ma, a parte il mio (core de mamma...), non ne è legge praticamente nessuno.

- Il mercato degli all generated content non sarà di chi genera i contenuti (a parte rarissimi casi), ma di chi saprà organizzarli (MySpace e per certi versi anche Google).

- A mio parere (e non solo mio) la maggior parte del business dell'interattività sta nel dare a tutti la possibilità di farsi un palinsesto (MySky o Babelgum) e non solo contenuti. Gli editori farebbero bene a ragionare sugli User generated schedule, producendo quindi contenuti adatti per essere post-visti (non quattro ore di Funari).

- Gli editori televisivi, per competere con l'intrattenimento degli altri media, dovrebbero puntare (come avviene all'estero) sull'alta definizione, unico modo - nel mediolungo periodo - per dare un vero valore aggiunto ai video "televisivi".

2.5.07

Due o tre cose sui concessionari di auto



A casa abbiamo deciso di cambiare l'automobile. E dopo una (attenta?) analisi stiamo optando per la Fiat Idea. Ma visto che l'analisi è stata appunto attenta mi sono fatto una cultura sui concessionari di automobili. E ho imparato che:

- I venditori non vengono assunti se non dimostrano di sapersi fare un nodo della cravatta largo almeno 10 centimetri.

- Per avere un preventivo bisogna andare entro la prima settimana del mese. Ogni 30 giorni, infatti, cambia l'offerta e se vai dal 15-20 in poi ti dicono: "O la ferma oggi con un acconto e ne prende una in pronta consegna o niente da fare". E siccome i soldi che si spendono per un'auto nuova non sono proprio pochi, meglio andare il prima possibile per darsi un po' di tempo per decidere.

- Il preventivo me lo potrei fare casa. Tutti (o quasi) usano il form presente sul sito ufficiale della casa automobilistica.

- Le valutazioni di Quattroruote non vengono quasi mai prese in considerazione: se volete dare indietro una macchina con ancora le ruote (quindi un buon usato) meglio venderla privatamente.