27.2.06

W la proprietà privata

Non so a voi, ma a me che Rifondazione e il Parolaio Rosso (alias Fausto Bertinotti) abbiano registrato lo slogan Vuoi vedere che l'Italia cambia davvero, mi fa sorridere non poco. Una provocazione? Non la capisco.

3 commenti:

Bakis ha detto...

Mmh
non sono certo un politologo, ma non trovo contraddizioni o provocazioni :-)
il "comunismo" - sempre che rifondazione vi faccia ancora serio riferimento.. - parla di "proprietà comune dei mezzi di produzione" e questa sorta di avversione per la proprietà privata, nello specifico applicata a modernità tipo copyright di slogan, simboli o altro, è solo uno spauracchio ormai consunto messo in atto da chi non gradisce tutto il resto delle idee..

Non mi riconosco nelle loro idee, ma trovo del tutto legittimo che come chiunque altro si avvalgano dei diritti moderni sulla proprietà - anche - intellettuale.

saluti ;-)

Ricambi Originali ha detto...

Basta andare su www.vuoivedereche.it per capire che non è un marchio registrato, ma sta per Rifondazione.
E' una garbata - anche se un po' incomprensibile all'esterno - autoironia dopo quello che era successo con i giallini delle primarie, con le accuse di collusione con una multinazionale americana.

federico ha detto...

beh, se è così®... ;)