18.10.06

Aglio sul telefonino



Sono ormai circa 50 ore che mi trovo a Seul. Per ora ho visto, capito e assaporato tre cose.

- Visto con i miei occhi la qualità della televisione sul cellulare nel paese di Lg e Samsung: spettacolare. Ho chiesto come mai, secondo loro, noi europei usiamo il cellulare solo per telefonare e mandare sms. Loro (operatori, produttori di cellulari e di chip per telefonini) dicono che il problema è nei guadagni di chi fa nuovi servizi e contenuti per cellulari. In Europa la maggior parte dei soldi dei servizi va in tasca agli operatori e non a chi ha inventato il servizio: qui è il contrario. C'è quindi maggiore concorrenza, prezzi più bassi e anche le tariffe per telefonare sono molto ridotte rispetto alle nostre. Resta comunque il fatto che con il cellulare loro fanno qualsiasi cosa. Compreso dare da mangiare al gatto quando non si è in casa, mandando un sms al sacchetto dei croccantini che automaticamente rilascia il cibo nellla ciotola.

- Capito che i coreani sono un po' bugiardi. Un operaio di una fabbrica di telefonini non può guadagnare 3.000 dollari come mi è stato detto stasera a cena. Allo stesso tavolo mi hanno anche raccontato che si va incontro all'esigenza del lavoratore consentendogli di rimanere a dormire in ufficio. Che fortuna...

- Assaporato la cucina coreana, forse la peggiore mai mangiata in vita mia. Per dirne una: brodo freddo di frigo con teste d'aglio intere (e da mangiare) e funghi.

1 commento:

mamy ha detto...

Povero Fede, ti hanno scambiato per un vampiro. Al rientro ti aspetta una meno "esotica " amatriciana e se vuoi "i piselli di mamma".